Profile – Italian

Frazer’s Profilare

 La Scozia non ha solamente prodotto whisky e mostri mitici, ma ha anche prodotto Frazer Kennedy.  Fin dall’infanzia sulle montagne e con suoni del ceilidh, c’è poco da meravigliarsi che la musica di Frazer si ispira agli altopiani e castelli diroccati facendo eco di battaglie antiche.

Moody atmosphere of the ancient Eilean Donan Castle and the Fairburn Tower in the western highlands is reflected in Frazer Kennedy’s song ‘Damn you All’ from the album ‘Yesterday’s gone’.

 Play track –‘Damn You All’ 

MM FRONT COVER

Partendo da un lavoro assegnato su sassofono tenore in un complesso swing, Frazer ha scritto ed eseguito musica per oltre 20 anni. Dirigendosi a Londra ha suonato il sassofono in un complesso Reggae, prendendo il ruolo come voce solista in un corredo rock ed ha raffinato la sua arte suonando all’interno della metropolitana. Ma è con la sua chitarra acustica a 6 corde che ha trovato la sua vera passione. Avventurandosi all’estero per la prima volta si trovò in Israele strimpellando sulle rive del Mar Morto e animando le strade notturne di Tel Aviv.

Dall’altra parte dell’Atlantico, Frazer porto’ con se’ il suo fedele acustico a 6 corde attraverso le montagne del Canada, un paesaggio che gli fece ricordare la sua patria in tanti modi – eccetto per gli orsi grizzly! Gli inverni erano freddi – ma Frazer trovo’ il calore e l’amicizia durante il viaggio, suonando nei bar per guadagnare una bevanda e col finire poi facendo concerti in luoghi come Alberta Capitol Raceway e il Festivale Folk Edmonton.

Tornato a Londra Frazer formò il suo complesso musicale e trovo’ presto un pubblico fedele nei grandi luoghi della città, come The Mean Fiddler, The Borderline, Pizza on the Park. Fu anche invitato a suonare ad un festival rock gia’ affermato come The Americana Internazional, The Weyfest ed Edmonton Folk Festivale del Canada – attirando ammiratori e  costruendo  una presenza crescente nella scena musicale – arrivando all’apice con un invito a suonare alla BBC per i bambini bisognosi.

Dodici mesi nel processo esecutivo, Yesterday’s gone l’ attesissimo album del debutto di Frazer, ha incantato i suoi ammiratori fedeli, raddoppiando i loro sforzi per diffondere le notizie su questo talento scozzese unico. L’album è un misto fantastico  di canzoni ben realizzate e melodie memorabili. Il titolo principale, scelto come singolo di riferimento, rimase sette settimane nel Unsigned top 40 del Regno Unito – tra cui diverse settimane al # 1

Non importa quanto lui sia contento con ogni nuova canzone artificiosa, c’è sempre una nuova che segue. Ogni volta che la musa gli viene a bussare, è di nuovo in azione. Al momento Frazer ha appena terminato il suo ultimo album High Time. Frazer ha deciso di rimanere fedele alle sue radici acustiche, ma ha aggiunto un suono elettronico più pieno che riflette l’atmosfera viva dei suoi spettacoli e la varietà offerta da un ambiente cosmopolita, un album pieno di colore e facile da ascoltare. La sua battuta iniziale, melodica e a tempo preciso, sia gli ammiratori nuovi che vecchi sono trattati con alcune ballate rilassanti e con una certa libertà di danza.

     Music Maker – Frazer Kennedy & Friends